Fumo liquido, cos’è e come si usa. Informazioni su dove comprare Fumo liquido

0
35

Il Fumo liquido molto popolare in America si è diffuso in Italia solo a partire dagli anni ’80, viene definito come ”Aromatizzante di affumicatura”, ovvero serve per conferire l’aroma di fumo ai prodotti alimentari, senza però sottoporli ad una affumicatura vera e propria.

Nasce dalla combustione di legni selezionati, il fumo prodotto viene condensato con l’acqua fredda, il risultato finale è un liquido molto denso con un colore nero molto simile a quello della pece.

Si ricava secondo un delicato processo in cui viene separata la sostanza aromatica dal composto tossico, a seconda dei diversi tipi di legno che si utilizzano si ricavano le diverse sostanze aromatiche.

Il suo uso è molto semplice, infatti consiste nel vaporizzarlo sugli alimenti durante il processo di cottura, un altro sistema è quello d’immergere il cibo quando è ancora crudo nel fumo liquido, in modo che lo assorba bene.

Nella fase di cottura si ottiene una colazione uniforme ed ottimale, il sapore acre si addolcisce, l’aroma di affumicatura sarà più pronunciato ed il cibo risulterà sicuramente più morbido e più umido.

Oltre a conferire all’alimento spiccate caratteristiche sensoriali, è bene ricordare che questo tipo di affumicatura al contrario di quella vera e propria, presenta delle debolezze, infatti proprio restando più umido, l’alimento sarà meno conservabile e più vulnerabile all’attacco della carica batterica.

Il fumo liquido è perfetto da usare anche in cucina per insaporire carni alla brace come: costine di maiale,salsicce o parti di pollo, per esaltare il sapore di affumicato e dorare la superficie della carne.

Buono anche sul pesce in particolare su quelli con la consistenza più grassa e saporita, ma anche sulle verdure sia crude che cotte, ideale per preparare delle marinature dove immergere le verdure grigliate.